Testimonianze

In questa pagina troverete le testimonianze di chi,
il "Metodo G.Mattino", lo ha vissuto sulla propria pelle.
Ringrazio il Prof. Giuseppe Mattino per avermi insegnato, con il suo esempio, quello che non ho potuto imparare sui libri: l’orgoglio unito alla passione per la propria professione nonché la sacralità del rapporto tra il curare e il paziente.
Dott. Giuseppe Cangemi
Firenze
Empoli, 12/07/2001 Angelo, 31 anni, lavora come Geometra in una grossa azienda, spesso è costretto a grossi sforzi fisici, manifestando frequenti episodi di Lombo sciatalgia con parestesie e dolori invalidanti alla gamba dx.
Dopo varie settimane a letto e lunghe terapie farmacologiche, non avendo risultati soddisfacenti, non convinto dell'intervento chirurgico che gli avevano consigliato, e preso dalla disperazione chiede a suo amico se conosce qualcuno che può aiutarlo, l'amico gli consiglia di provare a contattare il Prof. Mattino, avendo avuto lui personalmente bisogno di trattamenti manipolativi per una sciatalgia con risultati sorprendenti e risolutivi.
Al primo incontro si presenta presso il nostro centro trascinando la gamba dx, è sorretto dalla madre ed un parente Personalmente mi colpisce sempre (malgrado i lunghissimi anni di esperienza professionale) lo sguardo perso nel vuoto che vedo negl'occhi di tutti coloro che si rivolgono al nostro centro, per la sofferenza, la disperazione e l'impotenza di fronte al dolore e alla invalidità nei movimenti.
Angelo e la madre si accomodano nel mio studio e dopo ben tre ore di colloquio e la lettura di tutta la sua storia clinica e una approfondita anamnesi viene stabilito per poter iniziare in tutta tranquillità, di effettuare una nuova R.M.
Si programma con Angelo il piano terapeutico del "Metodo G. Mattino"© che comprende otto sedute due volte la settimana, la nona dopo quindici giorni e la decima (come controllo) dopo un mese. Viene evidenziato che il metodo "G. Mattino©" non è in grado di garantire la riuscita dei trattamenti alla luce di quante terapie farmacologiche e manipolative erano già state adottate senza alcun risultato. Angelo e la madre non esitarono un a minuto a dire "TENTIAMO", è l'ultimo tentativo che desideriamo assolutamente fare non essendoci oltretutto "controindicazioni. Se non si dovesse ottenere dei risultati, la ringraziamo per la sua professionalità e onestà intellettuale che ha avuto nei riguardi di mio figlio. Sarà solo allora che prenderemo in considerazione l'eventualità di un intervento chirurgico.
Grazie Prof. con tanta ma tanta Riconoscenza, io pregherò per Lei.
Angelo Bruni
Empoli
Riflessione Personali, Sono passati ben undici anni e Angelo ha evitato l'intervento e gode ottima salute, ed è potuto tornare alla sua grande passione" la ricerca di tartufi. Sono questi tangibili e certificati risultati che mi spronano ad aggiornare e migliorare sempre di più il mio metodo, donando sollievo e sorriso a tantissime persone sofferenti, che hanno creduto nella mia persona, nel mio metodo e alla mia tecnica con benefici duraturi nel tempo. Grazie e buona salute
Il Proff.
Molti anni fa ebbi un problema acuto alla colonna cervicale, che mi provocò un grosso deficit funzionale all'arto superiore destro. Trascorsi un mese fra letto e divano, e riuscii lentamente a riacquistare un quasi totale reintegro funzionale. Purtroppo non conoscevo ancora il Prof. Mattino, per me adesso felicemente "Beppe", che negli anni successivi ha messo a posto numerose volte la mia schiena. Al di là della grande competenza professionale, che gli ha permesso di codificare un metodo specifico, quello che cementa la nostra amicizia sono le caratteristiche umane: la pronta disponibilità, la generosità, i sentimenti, che fanno sentire il calore umano della persona. Con la certezza di una grande fortuna per questo libro, un abbraccio fraterno.
Dr. Vittorio Mazzei
Rufina
Riconoscimento ad uomo umile, generoso ma di altissima professionalità e onestà intellettuale.
Dopo un lunghissimo pellegrinare tra medici, grandi professori universitari per un problema di stabilità con forti dolori alla colonna vertebrale di mio figlio senza alcun risultato, grazie al suggerimento di un amico medico venimmo consigliati di sentire un parere del Prof. Mattino che trattava i problemi della schiena con un metodo messo a punto da lui, con ottimi risultati.
Inizialmente siamo stati molto titubanti nell'accettare il consiglio del mio amico in quanto la perplessità che questo trattamento suscitava nei medici che seguivano Matteo (attenzione tutti a pagamento) creava in me continui dubbi sulla possibilità di risoluzione del problema dove non erano riusciti i più bei nomi della medicina. Fu mia moglie, dopo aver parlato con una sua amica che era stata in cura dal Prof. Mattino per un Ernia discale e aver risolto il suo problema brillantemente, a impormi una consulenza dal Prof. Capii che questo tentennamento ci aveva fatto perdere diversi mesi ma la delusione per me e mia moglie fu nel capire “con ritardo" l'ostracismo di alcuni pomposi nomi della medicina ufficiale nei confronti delle terapie manipolative.
Riuscimmo grazie all'interessamento del mio amico ad ottenere un appuntamento dopo pochi giorni dalla telefonata e per la prima volta sentimmo dire: io non sono un medico sono un Chiroterapeuta e non so guarire niente, ma posso tentare col mio metodo di migliorare la qualità della vita per Matteo e forse per lunghissimo tempo.
ACCETTIAMO, fu la nostra risposta, convinti dalla semplicità con cui aveva presentato il suo metodo, tenendo a precisare che non poteva dare certezze di miglioramento (attenzione: non ha mai parlato di GUARIGIONE), ma ha tenuto a sottolinearci che nel suo trattamento non vi erano controindicazioni.
Quella notte non dormimmo ma pregammo tanto sia per Matteo che per il Prof Grazie, Grazie, Beppe siamo orgogliosi di essere amici di un professionista con una onestà intellettuale unica, rispettoso per chi soffre e con una altissima professionalità.
Matteo??? Son passati molti anni e nostro figlio è un giovanottone alto mt. 1.80 che gioca al calcio, con nessun problema.
Ricordi?????,Avevi detto che non sapevi guarire niente.....ti dobbiamo con tanta felicità "smentire".
Mamma e Papà di Matteino (come tu lo hai sempre chiamato)
Prato
Un vero amico, Che dire del professor Giuseppe Mattino. Ho il piacere e la fortuna di essere suo amico; amico di una persona educata, affabile, valente professionista che si dedica con passione e maestria al suo lavoro. Giuseppe Mattino mi ha avvicinato a tecniche da me poco conosciute e verso le quali ero anche piuttosto scettico. Ho personalmente provato le sue "mani d'oro" in un paio di momenti in cui la mia qualità di vita era piuttosto compromessa. Il risultato è stato, lo dico senza enfasi alcuna. Fantastico. Venuto a conoscenza della pubblicazione di questo libro ho voluto ringraziarlo pubblicamente, come amico e paziente, augurandogli tante, tante, soddisfazioni ancora.
Dott. Umberto Lotti
Firenze
A tutti quelli che hanno l' ernia al disco, il mio consiglio, dato per esperienza personale.
Otto anni fa all’improvviso, mi si è presentata una grossa ernia (LS Sl). Dopo mesi di vari tentativi farmacologici i dolori non passavano mai e non riuscivo più a camminare o stare distesa a letto. Ricoverata in ospedale, dopo una settimana di altre cure, mi fu detto che l'unica soluzione era l'intervento all'ernia. Prima di accettare mi informai dei vari centri dove fare l'intervento, mi fu consigliato un ospedale a Verona e contattatomi fu fissata la data per la pre-ospedalizzazione. Parlando con una mia amica mi consigliò, non avendo nulla da perdere ed avendo già le date fissate per l'intervento, di provare con la chiroterapia e mi fa il nome del Prof. Mattino, con cui suo figlio Luciano era riuscito a risolvere il suo problema. Incuriosita, spaventata dall'intervento e in sofferenza ormai da lunghi mesi,segui il suo consiglio in quanto anche se non avessi risolto niente vi era sempre l'intervento chirurgico. RISULTATO: già dalle prime sedute il dolore gradualmente diminuì, finalmente riuscii dopo lunghi mesi passati insonni a dormire e in breve tempo ritornare alla normalità e al lavoro. Da allora non ho avuto mai più problemi o evitato l'intervento e torno dal Prof., ogni cinque o sei mesi, per un controllo e un 'tagliando". Grazie Prof.
Catia Bellini
Siena
Se dovessi definire la qualità del carattere di Giuseppe Mattino che più è evidente e che si riverbera positivamente sulla sua professione, non avrei dubbi: è l' EMPATIA,un sentimento in lui innato che gli permette di comprendere le emozioni e le sofferenze di chi gli è vicino. In ambito sanitario è una dote fondamentale per costruire un efficace rapporto di cura medico-paziente, infatti, il solo sedersi nel suo studio ed avere il tempo di raccontarsi ed essere ascoltato con tranquillità e senza fretta, è terapeutico. Quando entri nel suo studio,non sei mai un numero,ma una persona che viene rispettata in toto,con i suoi dolori, le sue paure...e magari anche con qualche pregiudizio che ben presto scompare di fronte al sereno e prammatico metodo di cura. Non sto descrivendo "un santone" che fa miracoli, forse anzi certamente anche Giuseppe Mattino ha i suoi casi irrisolti...... le percentuali le faranno gli addetti ai lavori,se vorranno. lo desidero solo mettere in evidenza una qualità,l'empatia, che in lui è innata e che non tutti possiedono oppure, se la possiedono, esercitano con difficoltà : la fretta della vita moderna riesce a "corrodere"anche i migliori sentimenti. L'empatia è importante in tutti i campi lavorativi,ma fondamentale nell'ambito medico dove si lavora" sul dolore fisico,e spesso psicologico, delle persone.
Prof. Aurora Frassinelli
Firenze
Il mio viaggio iniziò quando un giorno, un medico della zona dove abitavo, mi consigliò di parlare con il Prof. Mattino. All'epoca ero uno studente di fisioterapia e ben poco sapevo della chiropratica e di come il Prof. l'aveva rivisitata, costruendo un metodo tutto Suo. Le mie basi erano la biologia, la biomeccanica e l'anatomia; mai avrei pensato di dover rivoluzionare le mie idee. La strada che mi ha segnato è appena iniziata ed è stata piena di buche ma porta in un posto bellissimo chiamato "professionalità". Questa parola nasce dall'incontro di più aspetti: Amore per quello che fai, Passione, Dedizione, Umiltà e Conoscenza. Sicuramente oltre a tutto quello che ho potuto apprendere tecnicamente, c' è un aspetto per il quale Lo ringrazierò per tutta la vita: avermi trasmesso la passione per quello che fai e credere nelle proprie capacità.
Dott. Massimiliano Piani
Firenze
PROFESSIONALITÀ' ED ONESTA' INTELLETTUALE Sin da piccola ho avuto la sensazione che non tutti i dottori fossero uguali, pur portando lo stesso camice.
Ma solo in età matura ne ho avuto la certezza, ed è stato l'incontro col prof. Mattino a darmela.
In 45 anni avevo incontrato diversi medici competenti, per via della mia schiena.
E quando mi sono trovata in toscana, senza riferimenti e bloccata a letto ero veramente scoraggiata.
Mi hanno dato il numero del prof. e l'ho chiamato.
Si trattava di 2 anni fa, Gennaio 2014.
Ciò che mi ha stupito è stata l'autorevolezza del suo approccio: "Dottoressa", mi ha detto, "se devo prendermi cura di lei, mi deve necessariamente seguire in un protocollo molto rigido che si chiama Metodo Mattino.".
Ho detto subito sì, certa del fatto che un professionista preparato non agisce a gettone ma rispetta un progetto di cura che ha un criterio specifico e in base al quale, un paziente che si è ammalato in anni di vita, non curabile, in una seduta e via, in realtà voluto meno del previsto, ma la cura continua, ed è continua perché attenta alla mia persona e al mio stile di vita, comprendendo i tempi e le abitudini che regolano la mia giornata e monitoraggio costante della mia salute e benessere.
E' questo che distingue un bravo medico da un professionista comune.
Preparazione, esperienza che permette di capire all'istante chi si ha davanti, attenzione alla persona in toto ed al suo stile di vita e relazioni e consapevolezza da parte del dottore, che con grande umiltà fa capire chi ci tiene davvero a te, ma anche che lui i occupa della schiena e non consiglia su altre discipline non sue, se non quello di lavorare in equipe con colleghi seri e d'esperienza.
Il sorriso e la gioia del dottore sono l'indicatore della sua trasparenza e della mancanza di sotterfugi quando la persona, UOMO si unisce alla competenza ecco un professionista della salute unico al mondo.
Dott. Maria Chiara Talamo, Psicologa
Firenze
La mia avventura inizia il giorno 11 giugno 2001 alle ore 9:30 in seguito ad un incidente stradale avuto con il mio scooter.
La diagnosi non si è presentata fin da subito positiva,mi furono diagnosticate tre ernie lombosacrali 14, 15, S1 dicendomi fin da subito che il mio stile di vita sarebbe stato compromesso:non sarei potuto tornare in motorino, a caccia, in bicicletta ecc. e quasi sicuramente avrei dovuto subire un intervento.
Dimesso dal cto di Firenze in carrozzina con il busto steccato (120 gg 24h/24h), riposo assoluto, punture di Voltaren e Muscoril per il dolore, al termine la situazione era rimasta invariata, non camminavo se non appoggiato con qualcuno, il dolore continuava ad essere persistente ed io ero molto demoralizzato perché non sapevo cosa fare. Come succede spesso,parlando con persone conosciute in sala d'attesa dal medico curante, amici, vicini di casa, ognuno esprimeva la propria opinione cercando di consigliarmi cosa fare, ma tornando a casa ero sempre più affranto sulla decisione da prendere.
Parlando in famiglia, decidiamo di consultare un chirurgo affermato "un luminare" il quale dopo aver letto tutta la cartella e avermi visitato prova con una cura di cortisonici e antinfiammatori continuando con il busto per circa una ventina di giorni. Durante la cura si!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! il dolore era gestibile, ma i risultati non erano quelli che mi avevano prospettato. Decido di provare con un altro luminare chiropratico, che dopo la visita conferma la situazione non bella,chiedendomi la modica cifra di 3.000.000 di lire per un ciclo di sedute dicendomi proviamo ma.........non so' !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! non essendo lui molto convincente mi ha lasciato molto perplesso nel prendere una decisione. Avevamo un altro nominativo molto importante e decidiamo di contattarlo.
Dopo aver analizzato la cartella clinica decidiamo di iniziare la terapia, premetto che anche lui era molto incerto sul risultato che potevamo ottenere. Abbiamo fatto due sedute,dopo di ché mi ha consegnato il biglietto da visita di un chirurgo di sua fiducia, vista la situazione critica facendomi gli auguri.
Siamo arrivati a novembre depressi, demoralizzati e demotivati perché io continuavo a non stare bene, se non che un giorno un amico mi parla di un certo Professor Mattino raccontandomi la storia della mamma di suo cugino, che era andata dal Professor Mattino in carrozzina e alla fine delle sedute è tornata a casa con le sue gambe, mi disse "HAI SENTITO TUTTI PRIMA DI OPERARTI PROVA A SENTIRE ANCHE LUI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!".
Riflettendo sulla storia raccontata decidiamo di tentare con il Professor Mattino. Abbiamo preso l'appuntamento, ha voluto sapere tutta la mia storia dopo avermi ascoltato attentamente la sua prima affermazione è stata "SEI STATO DAl PIU' GRANDI LUMINARI SENZA AVERE SUCCESSO, IO COSA DOVREI FARE?????????????????????????".
Era indeciso titubante, molto perplesso se intraprendere questo cammino con me, dopo qualche minuto di silenzio il suo assistente disse: PROF. DOBBIAMO FARE QUALCOSA NON LO POSSIAMO LASCIARE IN QUESTA SITUAZIONE TENTIAMO.
Il Prof si girò verso il suo assistente lo guardò negli occhi senza commentare, poi sì girò verso di me e disse "OK SI PARTE." Dopo mesi di sofferenza mi emozionai perché per la prima volta vidi negli occhi del Prof Mattino un uomo che voleva fare qualcosa per me, aiutarmi a riprendere il possesso della mia vita e la determinazione. Per prima cosa mi disse levati il busto e BUTTALO VIA, mi fece interrompere tutta la cura che facevo consigliandomi semplicemente delle vitamine.
Mi prese tutti gli appuntamenti delle sedute e mi disse: 'TI FARO' SENTIRE MOLTO MALE, PERO' PER NATALE PASSARAI UNA GIORNATA FANTASTICA, MA RICORDATI IL GIORNO DOPO SICURAMENTE STARAI MOLTO MALE".
Tornai a casa felice, entusiaste toccai il cielo con un dito soddisfatto di aver conosciuto oltre ad un luminare un uomo con un cuore d'oro pronto ad aiutarmi a fare tutto per me.
Iniziai le sedute,la prima fu veramente terrificante, atroce proseguendo fino a natale. Non ci crederete ma la mattina di Natale mi alzai vispo come un grillo contento soddisfatto CAMMINAVO CON LE MIE GAMBE SENZA NESSUN PROBLEMA, ero veramente felice, invece il giorno dopo una catastrofe non sapevo come fare a muovermi, chiamai il Prof gli raccontai quello che stava succedendo e mi disse: NON TI PREOCCUPARE VA BENE COSI' continuai a fare le sedute, tra alti e bassi iniziai lentamente a stare meglio. Finite le sedute stabilite il Prof mi disse che ancora non sarei stato bene, avrei avuto ancora dei momenti in cui il dolore sarebbe stato forte, ma molto fiducioso dei risultati ottenuti fino a quel momento mi ha voluto rivedere dopo un mese. Piano piano visto i risultati iniziai a riprendere in mano la mia vita tornando a lavorare, ricominciando a guidare, camminare, e cosa molto importante tornai fuori con i miei cani da caccia. Trascorso il mese tornai al controllo e quando il Prof mi vide era veramente contento e soddisfatto del lavoro svolto e dei risultati ottenuti, MA IO ERO PIU' CONTENTO DI LUI.
Ad oggi faccio due controlli all'anno, porto dei plantari posturali, ma cosa sia il mal di schiena e' solo UN LONTANO E VAGO RICORDO.

GRAZIE PROF SEI SEMPLICEMENTE UN UOMO FANTASTICO
Simone e Ilaria
Campi Bisenzio 2001
Menu